lunedì 2 marzo 2009

FILATI CON CARATTERE

In questi giorni, un po' sferruzzando sulla giacca ultravioletta che forse prima o poi finirò e un po' filando e soprattutto tastando le ultime fibre arrivate finalmente, riflettevo sul carattere che possono avere o assumere diverse fibre e filati; questo anche dietro suggerimento di alcuni commenti ricevuti dai lettori.

Come intuivo, il fatto di iniziare a conoscere "diversi materiali lanosi" in generale mi sta prendendo sempre più, è una spirale meravigliosa... come quando inizi un romanzo che ti cattura già dalle prime pagine e non riesci a smettere di leggere neanche quando ti si chiudono gli occhi!
E' vero io ho sempre avuto una passione per i filati, anche quando lavoravo solo a maglia, al punto che, non so se vi è mai successo - ma mi piacerebbe saperlo davvero - a volte un filato mi lascia in adorazione e timore reverenziale, in totale dubbio su che cosa costruirci, come farlo, se possa essere poco valorizzato da un modello poco adatto a lui etc...

Ecco, ora che ho iniziato anche a combinare fibre e colori e filare da me, questa sensazione è cresciuta iperbolicamente e quindi sta aumentando la mia scorta di filati che aspettano di essere lavorati; io li guardo, li tocco, li annuso e resto totalmente indecisa se:

  1. metterli in vendita così, lasciando a un'altro amante la loro realizzazione
  2. tenerli per me aspettando una futura illuminazione
  3. superare questo blocco e dare vita a qualche nuovo modello


What to do?
Faccio qualche esempio, ecco l'ultima creatura finita, CORAL, lavata e profumata con l'ammorbidente:




E' un filato sofisticato, fatto da colori che emergono dopo un'osservazione attenta; per prima emerge la seta bianca, luminosa e morbidissima; poi arrivano gli scintillii del filo metaliico verde e dorato inisieme alle perline di vetro giallo/verdi, quindi fanno capolino le sfumature di arancio tenue, acceso e bruciato. E' un filato col naso all'in sù, non immediatamente adatto ad un modello lavorato a pizzo, perchè ha uno spessore variabile/medio, da lavorare almeno con ferri n°5... si mette in mostra ma allo stesso tempo non accetterebbe di diventare niente di banale.

Oh, sto delirando?

Secondo esempio: è arrivato il pacchetto di Bambù e Melange Merino/Bambù che avevo comprato da Whimzy Pinzy Creations. Eccolo:



E' stato un totale amore a prima vista! il melange tinto a mano è perfetto, sembra di toccare del velluto, luminosissimo e dal colore sfaccettato ovviamente più che quanto fosse visibile in foto (per inciso il nome, WHEAT GRASS - Grano - è azzeccato davvero).
L'altra treccia, fatta da 100% bambù tinto a mano nei toni di un verde acqua quasi impercettibile, SEAFOAM - Schiuma di Mare - è una scoperta: non avevo mai toccato neanche un filato industriale di questo materiale e devo dire che la somiglianza con la seta è notevole, brillante, sfaccettato e soffice fino ad essere quasi scivoloso; la lunghezza delle fibre di base è alta, quindi si presta ad essere filato anche molto fine con facilità.
Bene il peso di ogni treccia è di 100g, neanche a dirlo ho iniziato subito a filarli al punto di svuotare una bobina con un filato ancora in costruzione per poterli provare subito... ed ecco il primo dilemma:
Come li filo? A uno o due capi? Entrambi o uno soltanto? Sottili o bulky?
E di conseguenza cosa mi faccio di speciale?
Ripeto la domanda, sto delirando? mi illudo che saranno gli ormoni preparto che imperano in me...
Alla fine ho deciso per un filato a due capi (le sfumature secondo me si abbracciano così bene) da lavorare con ferri grandi per rendere una stola/sciarpone arioso e leggero, magari da chiudere con madreperle o con le bolle di Murano.... yumm
Vado a finirlo così vediamo il carattere che esce...

6 commenti:

annalisa ha detto...

Il tuo entusiasmo è davvero entusiasmante.

A questo punto sono proprio curiosa di vedere cosa ne farai...
buona giornata!

Snowberry and Lime ha detto...

The yarn is gorgeous! I have decided to start following your blog - my Italian is very weak, but I did study it in the past, and would could be a more interesting chance to learn it again than reading a knitting and spinning blog? :D

Excuse me for commenting in English, but my written Italian is even worse than my understanding, haha.

Veronika

Valentina ha detto...

Ciao Stefania.
E' un po' che ti seguo e lasciamelo dire, anche chi non é capace di knittare, leggendoti ne fai emergele la voglia. Io tutte le volte che passo da te rimango sempre senza parole. I tuoi filati "PARLANO"! Trasmettono calore, sentimento, gioia... Coral mi ha esaltato. Se mai ti verrà voglia di condividere questa creatura con qualcuno, ricordati di me!
Un caro saluto.
Valentina

The Indie Handmade Show ha detto...

Ciao Stefania,
che dire? Il tuo entusiasmo è... Entusiasmante! :)
No, davvero.. Sei contagiosa! E poi CORAL è davvero qualcosa di unico. Io non ne capisco molto, ma sono rimasta per alcuni minuti lì a fissare i colori e le sfumature e la varietà di questa tua magica creazione.

Stefania ha detto...

Grazie mille a tutte, tra l'altro conquistare anche i non devoti al knitting è una doppia soddisfazione!

@Veronika: I'm honoured you're folowing my blog!
I used to translate every post in english but that was too long work, so I just put a google translator, if you prefer...

La casa nella prateria ha detto...

Condivido perfettamente le tue parole, anche io mi trovo spesso in adorazione davanti a un filato...

Ho trovato il tuo blog un paio di giorni fa e lo trovo fantastico... mi sono subito iscritta tra i lettori e tornero' sicuramente a trovarti.

INFO DI SERVIZIO:

PER IL MOMENTO NON STO METTENDO IN VENDITA SU ETSY I FILATI TINTI CON PIGMENTI NATURALI, LI RISERVO PER I PROBABILI MERCATINI D'AUTUNNO, MA SE A QUALCUNO INTERESSANO SCRIVETEMI!!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

I MIEI FAVORITI SU FLICKR

VISITATORI PASSATI FINORA DA QUI:

counter to blogspot