domenica 13 settembre 2009

UDITE UDITE: CONCORSO A PREMIO!

Uno dei miei passatempi preferiti  davanti ad un PC è partire dalla bacheca del mio Blog e scorrere le novità scritte dai miei bloggers favoriti, lasciare qualche commenti etc, lo trovo molto rilassante. comunque stamattina mi è caduto l'occhio sul fatto che ho scritto 101 post da quando ho aperto questo spazio, allora ho pensato CHE TRAGUARDO, non avrei creduto di avere tanta costanza e di affezionarmi tanto ad una mondo come questo... quindi bisogna celebrare!!
Quale modo migliore per ringraziare quelli che sono passati e tornano su questo diario virtuale se non un premio reale!
Allora ecco il gioco: di seguito scrivo qualche domandina giusto perchè la mia curiosità ha pochi limiti, e tra tutti quelli che avranno voglia di lasciare un commento con le proprie risposte sorteggerò un fortunatissimo/a che riceverà in dono una mia creatura lanosa.
In particolare, ho scelto una delle ultime, che mi caratterizza decisamente: TWISTER, un po' perchè è viola e un po' perchè è tutta piena di volute e riccioli (come mi sento spesso), eccola in tutto il suo splendore:
 
Twister det
Ci terrei però tantissimo a sapere cosa verrà creato con la mia piccina, please.
Veniamo al dunque, ecco le domandine:
  1. Di quale lavoro a maglia non riuscite proprio a fare a meno, e continuare a fare a ripetizione?
  2. Quale la tecnica preferita?
  3. Quale la parte di un lavoro a maglia che detestate inevitabilmente?
  4. Quale fibra preziosa vorreste un giorno lavorare e sentire sulla vostra pelle?
  5. Raccontate una follia fatta per poter  realizzare un lavoro a maglia, ovvero il lavoro più folle che  abbiate fatto...

CHE IL GIOCO ABBIA INIZIO!

23 commenti:

Fra ha detto...

Comincio dicendoti che il tuo premio è bellissimo qòuindi che faccio non partecitpo!!
rispondo alle domande:
1. scarpette per bambini di ogni colore
2.lavorare in tondo con i ferri circolari
3. cucire le parti, infitta tendo a lavorare in tondo!
4. lana filata a mano, ci ho pure provato ma mi pare tatno difficile, ma io non demordo riproverò
5. lavori folli non mi vengono in mente, però la settimana scorsa dovevo finire un cappellino di lana da regalare e ho lavorato in spiaggia, sotto l'ombrellone però!

Mony ha detto...

Che bello che bello sono la primaaa!!complimenti per i 101 commenti!!
Allora vediamo se riesco a rispondere a tutte le domande...:
1.
Sciarpe e borse!!!Le borse poi sono la mia passione, non ne ho mai abbastanza!!!
2.
Uncinetto, indubbiamente!!
3.
Le maniche credo, infatti mi cimento solo con gilet, al massimo!!;)
4.
Oh questa è difficile, non ci ho mai pensato.."fibra preziosa" mi fa venire in mente soltanto la seta e il raso..ho poca fantasia, eh?!:(
5.
Lavoro folle?Dunque..beh la mia prima sciarpa è stato un lavoro folle..tutta all'uncinetto, a righe colorate, con lana di recupero, lunghissimissima, con frange lunghissimissime e......TUTTA STORTA!!!!!! o_O

Buona fortuna a tutte!
E grazie per aver messo in palio questa lana splendida..del mio colore preferito!!!!!

Soma ha detto...

Bellissimo!! Partecipo anch'io!
dunque
1.Vado a momenti, prendo le fittonate e per lunghi periodi faccio sempre e solo quello. In questo periodo sono sulle bambole di lana, con vestito fisso... faccio sono quello.. ne puoi vedere alcune sul mio blog.
2.anche quello dipende dalla luna, adesso sono tutta ferri... e sto un po' snobbando l'uncinetto.. ho passato periodi che ero invece tutta uncinetto
3. Tenere il conto per scalature e aumenti troppo complicate.. e poi le maniche... w i ponchi!!!
4. La seta e l'alpaca
5.Non so se lo definirei folle, ma sicuramente bizzarro: lo scorso anno ho cominciato un maglione con maniche orizzontali( proprio perche' non volevo fare maniche ma una cosa tutta un pezzo) e ho aumentato decisamente troppo, cosi' ho tagliato la lana lavorata e l'ho poi ripresa con l'uncinetto... insomma alla fine ne e' uscito un maglione un po' sbilenco..

Bello, grazie per questo giochino.
spero di vincere quella lana meravigliosa!
un abbraccio
Soma

Amelia ha detto...

Mi piace questo gioco!!!
1. il birch non mi sono ancora stancata!!
2. appena scoperta e già una mania lavorare in tondo tipo il giuliet dal collo in giù bellissimo
3. le cuciture!!!
4. seta, mai lavorata
5. andare a Nizza anche per comperare la loro lana!! questa è la follia, il lavoro più folle è un maglione di cotone visto su rakam di tot anni fa (anni 90) 8-9 colori diversi ogni colere un motivo irlandese diverso ferri del 3, finito, ma non mi convince lo scollo è ancora da terminare di cucire che sia l'anno giusto??

Avalon ha detto...

Cara Matassa Ultravioletta, anche se non mi sono mai fatta sentire, seguo il tuo blog da diversi mesi, ovvero da quando mi sono messa in testa di imparare a filare...
Ho ammirato le tue creazioni e la tua passione e non potevo non partecipare a questo gioco... ma, mi domando, l'uncinetto vale lo stesso? io non so fare la maglia... :-)

Dunque:
Di quale lavoro a maglia non riuscite proprio a fare a meno, e continuare a fare a ripetizione?
Le presine!! Faccio miliardi di presine coloratissime, per passare il tempo sul treno o sull'autobus, e poi ad ogni occasione in cui serve un pensierino ne regalo un paio :-)

Quale la tecnica preferita?
Come dicevo, lavoro all'uncinetto e non amo le cose pizzose ma quelle coloratissime sì, quindi direi il patchwork di quadrati arcobaleno!


Quale la parte di un lavoro a maglia che detestate inevitabilmente?
La prima riga, ripassando sulla catenella, e poi alla fine nascondere le bavette di filo.


Quale fibra preziosa vorreste un giorno lavorare e sentire sulla vostra pelle?
La seta da filare...

Raccontate una follia fatta per poter realizzare un lavoro a maglia, ovvero il lavoro più folle che abbiate fatto...
Non faccio lavori molto folli, in senso di complicati, temo... però la follia l'ho fatta facendo notti in bianco per riuscire a finire in tempo la coperta che stavo facendo per il mio amore.


Tutto qua :-)
Un bacione,
Avalon aka Valentina

Rose di Organza ha detto...

1)sciarpe rigorosamente punto legaccio, di notte dormo poco e quindi ho tempo da occupare ma sono troppo rintronata per fare altri punti quindi un bel legaccio e via! lavoro a maglia da poco mica sono tanto brava..
2)ferri l'uncinetto lo uso solo per raccogliere le maglie.. per il resto sono impedita
3)ricordarmi dei punti che devo fare ovvero: "e questo devo farlo dritto o rovescio?grrrrrr"
4) non saprei io amo molto la lana semplice (basta che sia morbida) se proprio devo scegliere direi l'alpaca.
5)le prime scarpine da neonato fatta l'altra notte, modello semplicissimo peccato che sua maestà l'idiota qui presente non aveva voglia di salire al piano di sopra a prendere i ferri a due punti.. mi sono dovuta inventare cose che voi umani non potete immaginare.. ci ho messo 5 e dico 5 ore..ribadisco sono scema

p.s. mi permetto di linkarti sul mio blog! magari imparo qualcosa

Alessia ha detto...

Quando posso ti leggo ed ammiro le tue splendide lane, oggi ne approfitto per fare il primo commento, a quello splendido viola non posso resistere :D

1. a maglia non lavoro ma solo all'uncinetto (almeno per ora), non posso fare a meno di cominciare con un numero a caso di catenelle di base ed andare "all'avventura" per vedere cosa esce fuori dai miei pastrocchi alla cieca, spesso disfo ma spesso vengono fuori piccol cosine carine ;)

2. l'uncinetto, la maglia vorrei impararla ma ancora non sono entrata nell'ordine di idee giusto!

3. io odio in genere seguire delle spiegazioni e fare aumenti e diminuzioni!

4. oddio, non lo so, io amo i filati naturali e sulla pelle li ho provati praticamente tutti, diciamo un filato misto alpaca-cotone, so che è un accostamento inusuale ma io sono un pò eccentrica :DDD

5. io faccio tutti lavori piccoli, niente di folle nel senso di grandissimo o difficilissimo, quindi diciamo folle come "idea" ne ho almeno due (o forse lo sono tutti, come me!): un portachiavi a campana realizzato qualche settimana fa ed una collana grande grande tutta a catenella (un gomitolo intero di cotone color blue jeans) realizzata qualche mese fa :)

Baci ed tantissimi compliementi per le tue realizzazioni, quanto mi piacerebbe imparare a filare e tingere come fai tu...

stefania ha detto...

Wow,bellissima questa lana violetta!Posso partecipare anch'io?...dunque,le risposte per le domande:
1)da quando ho imparato a farle,direi le calze.Ne ho sempre una iniziata...
2)Ferri!Normali o gioco di ferri , con il circolare sono decisamente più imbranata.
3)Cuciture senza dubbio!
4)Forse non è preziosissima ma non ho mai toccato/lavorato la fibra di bamboo, mi piacerebbe provarla.
5)Uhmm,non mi viene in mente nulla, forse devo ancora farlo!
Un salutone,Stefania

marì ha detto...

come non partecipare a questo giochino con in palio un premio del genere...
1. scaldacollo, veloci da fare e sfiziosi da indossare

2. le lavorazioni top down senza cuciture da fare (vedi februray lady sweater)

3. detesto fare le cuciture e anche fermare tutte le code dei fili

4. mi piacerebbe lavorare lo yak o meglio il suo vello! è un filato preziosissimo e a quanto pare molto morbidoso (io personalmente non l'ho mai palpugnato) ma mi sa che rimarrà un sogno

5. il lavoro più folle è stato fare un paio di calzini con tutte le dita dei piedi, tipo guanto per poi accorgermi, una volta finiti, che erano difficoltosi da indossare e scomodissimi da portare!

molto divertente... grazie Stefania!
Ciao Maria

Alessia ha detto...

Ciao Stefania, leggo il tuo blog da quando la passione per la maglia mi ha contagiata e risucchiata in questo mondo meraviglioso! Sogno guardando le tue lane meravigliose, e questa ultra-violetta, del mio colore preferito, sarebbe bellissimo poterla lavorare! Allora eccomi, il giochino è davvero carino!

1.Colli, colli, colli!!! Scaldacollo forever, l'ho scoperto e amato come primo lavoro e continuo...
2.Lavorare in tondo, ho provato come per provare un nuovo giocattolo e me ne sono innamorata! perchè...
3. ...cucire è la parte più odiosa!
4.Sono abbastanza nuova al mondo dei filati, mi piace tanto l'alpaca, e ovviamente il cachemire, ma leggo qui di lane tipo yack o la fibra di bamboo, che mi intriga anche per l'implicazione eco che sta dietro.
5.Non ho ancora fatto lavori folli, per me il massimo ora come ora sarebbe fare un paio di calze, mi sembra impossibile poterci riuscire!

Grazie per l'opportunità terrò incrociato di tutto!!!
Alessia

Chiara ha detto...

Ciao, sono alcuni mesi che seguo il tuo blog, sono molto incuriosita perché non ho mai conosciuto qualcuno che tinge e fila la lana e quello che fai tu mi affascina molto. E'la prima volta che scrivo un commento ad un blog anche se ne seguo parecchi, ma il tuo premio è troppo bello!!!
1. Normalmente confeziono maglie per me, quando mi innamoro di una lana o un modello, finché non l'ho realizzato non ho pace.
2. Lavorare a maglia, l'uncinetto non mi piace.
3. Cucire le maniche...
4. La seta e l'angora.
5. Lavori folli non credo di averne mai fatti, ho però chiaro il ricordo di un maglione per mio marito (quando eravamo fidanzati) che dovevo lavorare con 3 gomitoli diversi facendo tre tipi di lavorazione diversa sullo stesso ferro (c'era da perdersi).
Grazie e continuerò a seguire i tuoi splendidi esperimenti.
Chiara

CartEssenza ha detto...

Ciao, io passo a farti un salutino ma mi tengo fuori concorso perchè non so neppure come siano fatti i ferri (anche se la tua meraviglia mi fa rimpiangere assai questa mia mancanza) :P
Comunque davvero carino Celle, se decidi di partecipare avvertimi così vengo a cercarti!

coccinelle ha detto...

Che sogno, il tuo blog, la tua, lana ed i tuoi lavori, sei magica..
Ora rispondo alle tue domande non si sa mai !!!
1-Di quale lavoro a maglia non riuscite proprio a fare a meno, e continuare a fare a ripetizione?
LE SCIARPE, DI TUTTI I TIPI ED IN TUTTI I FILATI.
2-Quale la tecnica preferita?
FERRI LARGHI LANA ENORME E SOFFICE...
3-Quale la parte di un lavoro a maglia che detestate inevitabilmente?
INIZIARE IL LAVORO.
4-Quale fibra preziosa vorreste un giorno lavorare e sentire sulla vostra pelle?
SETA ALPACA
5-Raccontate una follia fatta per poter realizzare un lavoro a maglia, ovvero il lavoro più folle che abbiate fatto...
HO TRASFORMATO UN VESTITO IN MAGLINA , TAGLIANDOLO A STRISCIOLINE PICCOLISSIME, IN UNA MERAVIGLIOSA SCIARPA SOFFISICISSIMA..

BACI
COCCINELLE

Anonimo ha detto...

troppo bella questa matassa! non si puo' resistere
1 - copertine tuttofare, in misure che vanno dalla culla al divano, 8 su 10 hanno il motivo della copertina che fece per me la mia madrina di battesimo, ormai lo faccio quasi in automatico
2 - i ferri, il loro rumore ritmico e' estremamente calmante, di altrettanto bello c'e' solo il rumore dei fuselli a tombolo
3 - cucire i pezzi e nascondere i punti di giuntura del filo
4 - seta, vorrei anche provare il cachemeare ma essendo allergica alla lana non mi fido a tentare di lavorarla
5 - un maglione per mia cognata, una serie di colline in varie sfumature di verde da cui spuntavano dei conigletti bianchi, il motivo era sul davanti, sul dietro e su una manica ... la delusione? non vederglielo mai addosso ma vederla impazzire per un maglione stile peruviano a rigone con cucite sopra delle bamboline fatte a maglia
ho smesso di farle cose fatte a mano, di qualunque tipo

ora che ti ho "scoperta" ti seguiro' con piacere

Alba

asteride ha detto...

Questa tipa qui (parlo di questa Riccia Twister) assomiglia a un ospite imprevisto, quasi non voluto, che poi pero' dimostra di essere la piu' interessante della congrega.
Allora comincio dalla fine:
5. A quattro mani, in una notte, un maglione per partire l'indomani per una vacanza sugli sci
4. Qualcosa di scintillante,, morbido e di un colore mai ancora veduto in un melange di seta,, bamboo e mohair
3. Cucire i pezzi, cucire i pezzi, cucire i pezzi. Meno male che qualcuno ha inventato i ferri circolari...
2. Top down o side to side come whisper cardigan...
1. Mmmmh, bijoux, braccialetti, borse e maglia con perline

maria chiara ha detto...

troppo bella questa lana....ci provo anche io!!!
Dunque
1- le scarpette da notte...troppo comode!!!!!! per lo più le faccio per me, poi quando mi sento particolarmente buona le regalo :-)
2- le trecce, le metterei ovunque
3- attaccare il collo ai maglioni :-P
4- la seta
5- un maglione da uomo che non finiva +....che stress...con lo stesso tempo ne avrei fatti 3 da donna!!!!
......io incrocio le dita :-)))))
Mchiara

enikő ha detto...

Sono arrivata qui per caso da Ameliaefana e sono felicissima. Non tanto per il premio ma per il tuo bellissimo blog. Ho tanto da imparare sulle lane, sul lavoro a maglia, ti seguirò se non ti dispiace. Ma visto che ci sono, risponderò anch'io alle tue domande.
Premetto sono una principiante assoluta (ma risoluta) per quanto riguarda il lavoro a maglia.

1. sciarpe, scaldacolli - non so fare altro :(
2. tecnica? quello che mi riesce, non è che io abbia molta scelta (oltre il dritto e il rovescio non so fare altro)
3. già quando devo fare una riduzione sono in panico
4. lana!
5. studiare un libro e cercare di imparare le basi seguendo le istruzioni - fino alle quattro di notte!

Buon fine settimana! :)

Kyrhy ha detto...

Ciau, ti ho scoperta per caso e sono rimasta con le bocca spalancata nel leggere che tu...fili la lana XD

Uhm, uhm, vediamo un poco di rispondere alle tue domandine:
1) Beh, io non me la cavo tanto con i ferri quindi faccio sciarpe e colli a punto riso o tutti diritti o un ferro diritto e l'altro rovescio!

2)Beh, mi piacerebbe inpararae i trafori ma per il momento mi accontento di non saltare maglie XD

3) L'avvio, sbaglio quasi sempre acontare, mentre la fine mi diverte un mondo, chissà perchè!

4) Uhm, fibra preziosa non ne ho idea, ma mi piacerebbe qualcosa di naturale, qualche pianta, ma non sò se è possibile...

5) Una sciarpona luuuunga luuuuunga per mio fratello che andava a studiare a Modena, davvero luuuuuuuuuuuuuunga

mistral ha detto...

Accc!!!!!! Arrivo tardi' C'è ancora tempo per rispondere? Bhè ci provo, ho con me il certificato che può giustificare la mia assenza ed il mio ritardo...spero venga accettato. 1) non posso fare a meno di impegnare le mie mani con qualsiasi strumento sia esso un uncinetto, un fuso o dei poderosi ferri da maglia numero 10.Non importa dove questi mi condurranno, so che utilizzandoli mi sento bene ed in pace con il resto del mondo. 2)Tecnica????? dunque vediamo....amo ogni forma di creazione che racchiuda in sè semplicità ed unicità al tempo stesso.Quindi prediligo i punti semplici, traforati ma senza essere esagerati, intrecciati ma senza ostentate forzature, insomma le creazioni che possiedano nel loro insieme una linearità. 3)Senza ombra di dubbio, le maniche!!!! Sono interminabili, sembrano non finire mai! e non capisco perchè....nonostante tu le possa lavorare singolarmente o assieme, queste risulteranno sempre infinite. 4)Recentemente ho avuto l'opportunità di filare nuove fibre come il tencel, milk fiber e seacell fiber. Sono fibre naturali, morbide uniche per la loro sofficità e preziose quasi quanto fibre regali come la seta o il cashmere, ma non hanno nulla da invidiare a loro. Anzi vi consiglio di provarle, vi stupirete della loro duttilità. 5)Bhè, qui devo essere sincera vero? Allora la vera pazzia è la fatica che faccio ogni giorno per poter realizzare le mie creazioni, per poter avere oltre al tempo materiale anche la disponibilità economica per acquistare nuovi materiali, la pazzia di potermi permettere tante piccole cose pur dovendo ricordarmi sempre di dare la precedenza ad una famiglia. Una famiglia che viene avanti ad ogni cosa, e non pesa il sacrificio, a volte di dover attendere magari il mese successivo per acquistare nuove fibre da filare o filati per poter realizzare le mie creazioni. Ecco è questa la mia vera follia.

toffolina09 ha detto...

Partecipo anch'io a questo giochino divertente
1) non riuscirei fare a meno di confezionare maglioni
2) mi piacciono molto le trecce
3) cucire i vari pezzi
4) l'angora
5) mi ricordo di un maglione beige con delle stelle marroni e dei cammelli, in pratica, adesso quei tipi di maglioni si vedono dai peruviani, allucinante trascinare tre gomito contemporaneamente.
Mi piace il tuo blog, se vuoi visita il mio.
Ciao

luigi# ha detto...

ciao Stefania,
appena tornata trovo questo golosissimo concorso....come potrei non partecipare!?!?!?
I tuoi filati mi hanno sempre incuriosito e fatto venire voglia di toccarli.
Complimenti per i tuoi 1o1 post,io li ho ogni volta letti tutti d'un fiato.
Andiamo al gioco e.....speriamo di vincere:)
1:Adoro lavorare le piastrelle Old America ma non riuscirei mai a stare senza avere tra le mani uno scialle all'uncinetto (quando ancora uno ne sto per finire un altro già frulla nella mia mente).

2:tecnica preferita ...uncinetto!!!!

3: lavorando all'uncinetto non c'è parte che non adori lavorare ma a maglia i bordi mi fanno impazzire!

4 : mi piacerebbe avere dei contatti ravvicinati con del cachemire e dell'alpaca.

5: uno dei miei lavori folli l'ho realizzato quest'estate sotto l'ombrellone in pieno agosto.....una copertina di lana naturalmente all'uncinetto!!!!


Aspettando la fine del concorso e il nome della vincitrice .....immagino ad occhi chiusi la consistenza, il fruscio e il profumo di quel meraviglioso gomitolo viola!!!!!

BUONA VITA!

Bianca ha detto...

La lana che ho visto in questo Blog è magica, bellissima, complimenti...io purtruppo non so lavorarae molto ai ferri, l'unica cosa che sono riuscita a farmi è stat una specie di sciarpa...mi pioacerebbe realizzarmi un giorno dei gilet, perchè mi piacciona tantissimo e ne uso tantissimi, magari un giorno questa follia la farò!!! :-)

A presto,
Bianca

Ciacchina ha detto...

... a tempo scadutissimo, commento per dirti quanto mi piace quella matassa... adoro il viola, in tutte le sue sfumature e questo è semplicemente meraviglioso!
quei ricciolini poi... lo vedo benissimo in uno di quei lavori realizzati da Elena Fiore con la pellicola idrosolubile (il massimo per me, che non lavoro ne' a maglia, ne' ad uncinetto...e che, a dire il vero, nemmeno cucio!!!!;-))

INFO DI SERVIZIO:

PER IL MOMENTO NON STO METTENDO IN VENDITA SU ETSY I FILATI TINTI CON PIGMENTI NATURALI, LI RISERVO PER I PROBABILI MERCATINI D'AUTUNNO, MA SE A QUALCUNO INTERESSANO SCRIVETEMI!!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

I MIEI FAVORITI SU FLICKR

VISITATORI PASSATI FINORA DA QUI:

counter to blogspot