lunedì 18 luglio 2011

NUOVO AGGEGGIO!!!

Devo confessare che ho tenuto segreto un nuovo aggeggio per un paio di settimane, perchè in realtà avevo tanto da scrivere ma ora non resisto più!
Mi è arrivato il TELAIO!!!
Da tempo volevo provare a tessere,  e alla fine ho colto il pretesto del mio compleanno per ordinarlo dopo lunghe ricerche ed eccolo qui, montato e ovviamente provato:
VLUU L100, M100  / Samsung L100, M100
Ho scelto il Rigid Heddle Loom di Ashford, un po’ perchè tutte le mie attrezzature sono loro e mi sono sempre trovata molto bene e un po’ perchè anche il prezzo era tra i più ragionevoli, ed è arrivato in 4 giorni dall’Inghilterra.
VLUU L100, M100  / Samsung L100, M100
Ho scelto il modello largo 80 cm, pensando che tanto valeva fare un investimento che permettesse di ottenere i tessuti più vari, è un po’ ingombrante, ma tutto sommato leggero e impilabile… e tanto per ora resta sul tavolo in sala per i primi lavori.
Il primo commento che mi viene da fare a caldo, banale forse,  è che tessere mi sembra un altro mondo rispetto a filare o lavorare a maglia, perchè occorre ragionare bene prima di iniziare un progetto:  come renderà il filato, quanto ne servirà, come di comportano i materiali se messi su trama o su ordito ( CAMBIA UN SACCO !!!), quanto tendere i diversi fili…
Insomma è un mondo nuovo, tutto da scoprire, ma mi affascina da pazzi e ho l’impressione che i filati fatti a mano si esaltino enormemente nei tessuti, anche se per ora non ho ancora impiegato una matassa filata a mano, perchè volevo limitare i danni – Sì PERCHE’ TESSERE IMPLICA TAGLIARE IL FILATO ALLA LUNGHEZZA GIUSTA, E IO PER ORA MI SPAVENTO AL SOLO PENSIERO DI MOZZARE UN FILATO CHE HO IMPIEGATO TEMPO E FATICA  A CREARE!!!!!!!!!!!!!!

2 commenti:

Cinciarella ha detto...

Sono curiosissima di vedere le tue creazioni. Da 25 anni ho un telaio simile al tuo con il quale ho lavorato tanto, poi ne ho acquistato uno a quattro licci. Ultimamente però non ci lavoro molto perchè come dici tu è impegnativo. Non ci puoi lavorare solo qualche minuto come con il lavoro a maglia o all'uncinetto. Per non rischiare di rovinare la tua bellissima lana io inizierei con un pezzotto, gli stracci abbondano e danno soddisfazione. Buon lavoro.

Stefania ha detto...

Grazie della dritta, in effetti sto facendo una prova con della lana riciclata che avevo tinto, e l0'idea di fare lo stesso con magliette usata da tagliuzzare etc mi intriga molto!!

INFO DI SERVIZIO:

PER IL MOMENTO NON STO METTENDO IN VENDITA SU ETSY I FILATI TINTI CON PIGMENTI NATURALI, LI RISERVO PER I PROBABILI MERCATINI D'AUTUNNO, MA SE A QUALCUNO INTERESSANO SCRIVETEMI!!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

I MIEI FAVORITI SU FLICKR

VISITATORI PASSATI FINORA DA QUI:

counter to blogspot